Eventi

Event Info

21.00
23 gennaio
Basilica di San Miniato, FI

testo scenico di Marco Marchi musiche di Giovan Battista Viotti con Maurizio Lombardi Laura Piazza

Il 23 gennaio 2019 ricorre il 120° anniversario della nascita di Carlo Betocchi. L’Abbazia di San Miniato al Monte in collaborazione con il Centro Studi e Ricerche Carlo Betocchi celebra in perfetto orario la ricorrenza con una serata dedicata alla poesia del grande poeta fiorentino. Lo fa inserendo nel suo programma del Millenario “Tetti del cielo”, un testo scenico betocchiano di Marco Marchi con musiche di Giovan Battista Viotti affidato alle voci di Maurizio Lombardi e Laura Piazza.

L’evento, in programma per mercoledì 23 gennaio 2019, avrà inizio alle ore 21. Introdotto dai saluti di Padre Bernardo Francesco Gianni, abate della Basilica di San Miniato, e di Antonia Ida Fontana, Presidente del Centro Studi e Ricerche Carlo Betocchi, “Tetti del cielo” sarà preceduto da un ricordo del poeta di Marco Marchi.

Un invito a riaccostarsi – nella splendida cornice della Basilica alla quale significativamente si accede attraverso la Porta del Cielo – all’autore di “Realtà vince il sogno”, “L’Estate di San Martino” e le “Poesie del Sabato”, a riascoltare la sua meravigliosa parola poetica secondo la felice immagine-sigla che di lui ci ha dato Andrea Zanzotto: «poeta dei tetti, delle tegole» e insieme «poeta del cielo».

Il tetto come trascendenza a portata d’uomo, emblema di appannaggi umani qualificanti e spiritualmente rivendicabili. Quanti tetti nella poesia di Carlo Betocchi! Dai «poveri tetti» del suo lavoro di geometra già presenti nel libro d’esordio a segnare la ritornante linea di confine tra ciò che ci racchiude e ciò che ci esalta, agli incanti e i miraggi di “Tetti toscani” e “Diarietto invecchiando”, al silenzio espressivo del “tetto avvampato di caldo” che compare solitario in “Un passo, un altro passo”.

Carlo Betocchi con tutta la sua magnifica, stupefacente ispirazione – da poeta «terrestre e celeste», per usare il linguaggio di un altro grande poeta, suo grande amico, Mario Luzi – sull’arduo discrimine in cui l’«io» e il reale in tutta la loro misteriosa complessità si incontrano, s’interrogano, comunicano.

201901 carlo betocchi full


Event New

Restiamo in contatto

 

         

Sample image

Intervista di Irene Gianeselli all’attrice Laura Piazza per Oubliette Magazine

Laura Piazza intervistata per RepubblicaTV da Attilio Bolzoni



Joomla day

Recensione su Hystrio di Ghertruda la mamma di A.



Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.